Ecotyre a Ecomondo farà il punto sui primi 5 anni di attività

7 novembre 2016 | 0 Commenti
 
Nel 2012 Ecotyre ha portato a riciclo oltre 4 milioni di Pneumatici Fuori Uso. Il settore rischia di soffrire per la concorrenza di chi vende online senza applicare il contributo ambientale obbligatorio.
Nel 2012 Ecotyre ha portato a riciclo oltre 4 milioni di Pneumatici Fuori Uso. Il settore rischia di soffrire per la concorrenza di chi vende online senza applicare il contributo ambientale obbligatorio.

EcoTyre, il Consorzio per la gestione dei Pneumatici Fuori Uso più diffuso in Italia, che ha raggiunto ora 523 aderenti (517 nazionali e 6 esteri), illustrerà i primi 5 anni di attività in occasione della prossima fiera Ecomondo di Rimini.

Saranno presenti allo stand del Consorzio, oltre a Enrico Ambrogio, Presidente di EcoTyre, anche Rosalba Giugni, Presidente di Marevivo, e Andrea Poggio, Vicedirettore generale di Legambiente.

L’evento per la stampa, che si svolgerà maretedì 8 novembre alle 14:00, sarà anche l’occasione per fare il punto sul progetto “PFU Zero”, un’iniziativa targata EcoTyre per la mappatura dei depositi abusivi di PFU, e saranno illustrati i numeri dei primi 3 anni del progetto. Si parlerà, inoltre, del progetto “PFU Zero nelle Isole Minori”, nato dalla collaborazione con l’associazione Marevivo, e della partecipazione di EcoTyre all’iniziativa “Puliamo il Mondo” targata Legambiente.

Tag: , , , , , ,

Categoria: Mercato, Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *