Continental vince il test per gomme invernali di AMS

10 ottobre 2016 | 0 Commenti
 
Continental vince il test per gomme invernali di AMS
Continental vince il test per gomme invernali di AMS

Oltre al test dei pneumatici All Season per SUV, la rivista automobilistica Auto Motor und Sport (AMS) ha rivolto la sua attenzione ai pneumatici invernali. Lo stesso veicolo utilizzato per testare i quattro stagioni, una Opel Mokka, è servito anche per mettere alla prova i prodotti Winter, in dimensione 215/60 R17 H / V. Le prove hanno analizzato le prestazioni su neve, bagnato e asciutto, con ciascuna di queste caratteristiche che ha contato per il 30% del punteggio finale, mentre il restante 10% è stato riservato ai criteri ambientali.

Il Continental Winter Contact TS 850P SUV ha vinto il test, arrivando anche vicino al punteggio massimo con 9,1 punti sui 10 totali. Per il pneumatico tedesco anche il rating “Molto consigliato”, unico prodotto del test ad e ricevere la valutazione massima. I tester AMS hanno lodato il pneumatico Continental per le eccezionali performance invernali e per quelle sul bagnato: 9,4 e 9,7 punti su un totale di 10, con un handling leggermente sottosterzante e la frenata e la trazione definite esemplari. Gli unici margini di miglioramento, perché non si può parlare di difetti con una votazione di 8,4 e 9,1, sono stati riscontrati nella frenata su asciutto e nel rumore di rotolamento.

Al secondo posto, con un ottimo punteggio di 8,9, si è piazzato il Nokian WR D4. Anche se il pneumatico ha dimostrato una leggera propensione al sovrasterzo sul bagnato e su neve e un “comportamento allo sterzo un pò lento”, le sue caratteristiche invernali superiori alla media, una straordinaria resistenza all’aquaplaning e i brevi spazi di frenata su asciutto e bagnato hanno garantito un punteggio elevato e una valutazione pari a “consigliato”.

auto-motor-und-sport-Winterreifen-Test-2016-fotoshowBig-6a21e69c-979946Anche i due prodotti Goodyear Dunlop – l’UltraGrip Performance e il Winter Sport 5 SUV –  hanno guadagnato il rating “consigliato”, concludendo il test al terzo a pari merito. 8,8 punti, prestazioni convincenti, performance di guida invernali ben bilanciate, ottime prestazioni su bagnato sono i loro biglietti da visita. E anche sull’asciutto i due prodotti americani si sono comportati bene. Tra le debolezze, i tester hanno notato una certa sensibilità al cambio di carico per il pneumatico Goodyear, a causa di un “asse posteriore nervoso” sulla neve, mentre il pneumatico Dunlop aveva tempi di risposta dello sterzo su neve un po’ lenti. Il suo sobbalzare ha avuto conseguenze anche sul comfort. Ams ha osservato che i due prodotti giunti al terzo posto sono nuovi sul mercato e che la loro valutazione dovrà essere confermata una volta che le gomme saranno disponibili sul mercato al dettaglio.

I due pneumatici successivi, l’Hankook I*Cept Evo² e il Vredestein Wintrac Xtreme S, hanno concluso il test con un punteggio totale di 7,9 punti e un rating di “comunque consigliato”. Il pneumatico Hankook ha perso punti per alcune mancanze sul bagnato, in particolare per la frenata e il controllo laterale. La gomma Vredestein, d’altra parte, è stata trascinata in basso in classifica a causa di una “disparità notevole tra il controllo laterale e la trazione su neve” e per la “distanza di frenata troppo lunga e un leggero sovrasterzo su neve”, così come per le sue prestazioni aquaplaning. Detto questo, sia l’Hankook I*Cept Evo² sia il Wintrac Xtreme S sono stati visti come pneumatici con caratteristiche di guida equilibrate su neve, con l’Hankook che si è dimostrato “dinamico, diretto e stabile su asfalto asciutto” e il Vredestein che ha presentato una frenata sicura su neve e su asciutto con “performance quasi sportive.”

auto-motor-und-sport-Winterreifen-Test-2016-fotoshowBig-2c2d7e08-979949Il rating “comunque raccomandabile” è stato esteso anche ai tre pneumatici successivi: il Bridgestone LM-80 Evo ha concluso la prova con un punteggio totale di 7.7 e buone prestazioni nelle discipline invernali e ambientali, mostrando tuttavia debolezze sul bagnato, tra cui “una frenata molto debole, un’elevata sensibilità al cambiamento del carico e una bassa resistenza all’aquaplaning. A soli 0,1 punti in meno del Bridgestone si piazza il Westlake SW658, che secondo i tester non ha presentato né punti di forza né debolezze. I tester AMS lo hanno definito un pneumatico “ben bilanciato e facile da controllare”, anche se con performance un po’ ridotte, con la trazione su neve appena nella media. La situazione per il pneumatico posizionato al nono posto, il GT Radial Champiro WinterPro HP, non è stata molto diversa. Il pneumatico ha segnato 7,5 punti, con brevi spazi di frenata su neve, una dinamica sicura su asciutto e un rumore di rotolamento ridotto, ma anche lunghe distanze di frenata su bagnato e asciutto, debolezze nella resistenza all’aquaplaning ed un’elevata resistenza al rotolamento.

All’ultimo posto, con soli 6,5 punti, arriva lo Star Performer SPTV. Mentre il pneumatico è stato in grado di tenere il passo degli altri sull’asciutto, ha garantito performance “molto deboli” su neve ed una “distanza di frenata molto lunga e una pronunciata sensibilità al cambio di carico” su asfalto bagnato. Il tester AMS ha detto che “non è raccomandato per le regioni innevate”. La gomma Star Performer ha ottenuto il rating “raccomandato con riserva”.

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Categoria: Mercato, Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *