Continental confronta il WinterContact TS 860 con i pneumatici di 15 anni fa

12 gennaio 2016 | 0 Commenti
 
Continental confronta il WinterContact TS 860 con i pneumatici di 15 anni fa
Continental confronta il WinterContact TS 860 con i pneumatici di 15 anni fa

Continental ha svolto un interessante confronto tra i pneumatici invernali di oggi e quelli sviluppati tecnologicamente 15 anni fa, in occasione del ContiTechnikForum di quest’anno, organizzato in Finlandia. L’azienda ha infatti invitato giornalisti e tester a sperimentare il divario di prestazioni tra il ContiWinterContact TS 790 prodotto oggi, con gli standard tecnologici di quando è nato nel 2000 e il nuovissimo WinterContact TS 860. Per enfatizzare il confronto, il pneumatico di vecchia concezione è stato montato su una nuova BMW serie 1, mentre quello nuovo su una vecchia Serie 3 di 15 anni. La serie 3 del 2000, non avendo il beneficio derivato da tutti gli ultimi ritrovati tecnologici, ha fatto in modo che il pneumatico sviluppato 15 anni fa partisse avvantaggiato rispetto al nuovo.

Tuttavia, il nuovo WinterContact TS 860 si è dimostrato evidentemente più stabile e prevedibile nella pista coperta di neve, soprattutto in curva. Infatti, i dati di Continental dimostrano che il nuovo TS 860 è del 31% meglio nella frenata sul bagnato, il 15% meglio nelle prove di handling su neve, il 16% meglio nella frenata su ghiaccio. Inoltre, il miglioramento tecnico è evidente perché il nuovo pneumatico può offrire anche il 14% in più di performance nella resistenza al rotolamento. L’unico miglioramento marginale è nell’handling su asciutto, dove viene registrato un +3%. Non molto, è vero, ma bisogna considerare che, nel frattempo, i pneumatici invernali hanno accentuato molto le loro caratteristiche stagionali, a sfavore di quelle estive.

Questo risultato enfatizza l’importanza del pneumatico, unico elemento di contatto con il suolo. Un auto moderna con tutti i contenuti di elettronica del veicolo con un pneumatico  tecnologicamente concepito 15 anni fa, non riesce infatti ad esprime le stesse prestazioni di una auto sviluppata quindici anni fa (non arricchita di tutta l’elettronica di oggi) equipaggiata con un pneumatico invernale di ultima concezione, come il nuovo WinterContact TS 860.

Nel complesso, Continental ha voluto sottolineare l’importanza del know-how nella fabbricazione di pneumatici. Il messaggio implicito è che chiunque abbia risorse sufficienti può spendere denaro in un terreno, costruire uno stabilimento, acquistare macchinari moderni e iniziare a produrre gomme, ma le capacità umane, l’esperienza e l’ingegno sono qualcosa di molto più prezioso, e raro, quando si tratta di realizzare pneumatici. Quando si parla di prodotti premium, questo è ancora più evidente. Nella parte più alta del mercato tutto sta nel differenziare i prodotti rispetto alla concorrenza, sia in termini di percezione (marketing) che prestazioni (ricerca e sviluppo). E per differenziarsi servono le persone e la loro competenza, l’esperienza maturata nel corso di anni di lavoro, che semplicemente non può essere acquistata.

Il nuovo Continental WinterContact TS 860 sarà disponibile nei punti vendita a partire dall’autunno 2016. Inizialmente, ci saranno 36 modelli in 21 dimensioni, da 14 a 17 pollici. I nuovi pneumatici invernali Continental hanno un rating C per la resistenza al rotolamento e una valutazione B per l’aderenza sul bagnato nell’etichetta europea.

Tag: , , ,

Categoria: Mercato, Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *