Michelin aiuta Porsche a vincere nell’endurance  

25 novembre 2015 | 0 Commenti
 
Michelin aiuta Porsche a vincere nell’endurance  
Michelin aiuta Porsche a vincere nell’endurance  

Alla finale del Campionato Mondiale Endurance FIA di sabato nel Bahrain, Porsche ha conquistato altri quattro titoli. L’ex pilota di F1 Mark Webber (Australia), Timo Bernhard (Germania) e Brendon Hartley (Nuova Zelanda) sono i nuovi Campioni del Mondo con la Porsche 919 Hybrid. Porsche ha ottenuto la sesta vittoria grazie ai compagni di squadra Romain Dumas (Francia), Neel Jani (Svizzera) e Marc Lieb (Germania). Per Porsche questa gara segna la conclusione di una stagione perfetta ricca di vittorie: la vittoria assoluta alla 24 Ore di Le Mans, il titolo mondiale Costruttori al penultimo appuntamento di Shanghai e, per finire, il titolo mondiale Piloti.

Nella classe GTE per vetture derivate dalla produzione di serie, in cui Porsche gareggia con la Porsche 911 RSR, la versione da corsa dell’icona sportiva 911, l’azienda ha vinto tre titoli: Porsche si è aggiudicata il titolo costruttori, Richard Lietz (Austria) ha vinto il titolo piloti e il Team Porsche Manthey ha vinto la classifica a squadre.

Tutto questo è stato possibile anche grazie a Michelin, che ha fornito gomme specifiche ad ogni produttore. “Vorrei congratularmi con Porsche per le sue vittorie e sono orgoglioso del ruolo che Michelin ha svolto nel per ottenere questo successo”, ha detto il direttore sportivo Michelin Pascal Couasnon. “Lavoriamo a stretto contatto con tutti i nostri partner e siamo stati al loro fianco nel corso del campionato FIA WEC 2015, che ha raggiunto un livello estremamente elevato sia in termini sportivi che tecnologici. E’ importante ricordare che le auto di quest’anno hanno segnato un grande passo in avanti, in particolare i prototipi LM P1 che vantavano potenze e carico aerodinamico di un livello senza precedenti.”

Michelin afferma che le prestazioni, la durata e la versatilità dei suoi pneumatici da corsa endurance 2015 sono illustrate dalle gare di questa stagione. Le gomme hanno dovuto fornire alta aderenza nelle fredde corse di Silverstone e Spa, resistere a 4 e più stint nella classe LM P1 a Le Mans, e fornire prestazioni al top nei doppi stint fatti durante le gare più calde dell’anno.

“Ancora una volta, la 6 Ore del Bahrain ha mostrato la capacità di Michelin di sviluppare pneumatici che soddisfano le diverse esigenze dei propri partner e la sfida specifica di ogni circuito”, ha dichiarato Jérôme Mondain, direttore del programma endurance di Michelin. “La grande scelta di pneumatici che abbiamo portato in Bahrain ha permesso ad Audi e Porsche di seguire diverse strategie di gara e schemi dei pit sto diversi.”

“E’ stato un anno di successi in termini di lezioni che abbiamo imparato e dei titoli che abbiamo vinto”, conclude Pascal Couasnon “ma Michelin si sta già preparando per il 2016, quando le vetture GTE Pro non solo saranno più potenti, ma avranno anche un carico aerodinamico maggiore del 10-15%. Ci saranno miglioramenti anche alle vetture LM P1 ed i nostri ingegneri dello sviluppo stanno già lavorando su questi cambiamenti.”

Matthias Müller, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Volkswagen AG: “Sono molto soddisfatto del grande successo sportivo del team Porsche qui nel Bahrain e desidero congratularmi con Timo Bernhard, Brendon Hartley e Mark Weber per il titolo piloti. Gli innovativi regolamenti introdotti dal Campionato Mondiale Endurance permettono ad entrambi i gruppi, Audi e Porsche, di testare e sviluppare le tecnologie del futuro per le vetture da strada. Il Motorsport è stato, e rimane, uno strumento importante all’interno del Gruppo Volkswagen. Mi congratulo anche con Richard Lietz e il Team Porsche Manthey per i tre titoli GT conseguiti”.

Oliver Blume, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Porsche AG: “Oggi è un gran giorno per Porsche. Vincere il titolo piloti e i tre titoli GT, è il giusto coronamento di questo anno entusiasmante e di successo nel Campionato Mondiale Endurance. La diciassettesima vittoria assoluta a Le Mans, la prima vittoria del titolo costruttori e ora il titolo piloti per i tre piloti alla guida della Porsche 919 Hybrid dimostrano la forza di questa giovane squadra. Ritornando al massimo livello del Motorsport, Porsche continua la sua storia ricca di successi: un’ottima posizione dalla quale iniziare la stagione 2016”.

Tag: , , , , , , , , , , , ,

Categoria: Motorsport, Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *