Michelin Bibload Hard Surface: il pneumatico per i lavori su suoli duri

13 maggio 2015 | 0 Commenti
 
Michelin Bibload Hard Surface: il pneumatico per i lavori su suoli duri
Michelin Bibload Hard Surface: il pneumatico per i lavori su suoli duri

Michelin Bibload Hard Surface è stato sviluppato specificamente per i lavori su suoli duri, asciutti, bagnati o scivolosi. Il pneumatico della casa produttrice francese colpisce per il design: il battistrada è costituito da tasselli a forma di diamante. Inoltre, la scultura depositata del battistrada è associata a una carcassa che ha già dimostrato grande robustezza nello pneumatico Michelin XMCL. Le cinque caratteristiche del battistrada di Michelin Bibload Hard Surface:

1.Migliore tenuta di strada su suoli duri, asciutti, bagnati o scivolosi

CatturaLa scultura del battistrada multidirezionale produce un effetto “step-by-step”. I tasselli sulle spalle (all’esterno) e quelli in posizione più centrale, a forma di diamante, formano una linea continua. Questo permette di avere grip costante tra il centro e le spalle dello pneumatico. La tenuta di strada è particolarmente importante per le terne, nel momento in cui si riempie la pala di ghiaia. Questa scultura, inoltre, migliora il comfort di guida (si veda sotto).

 

 

 

 

2.Maggior stabilità, a favore di un’efficacia a 360°

Ogni tassello a forma di diamante presenta 7 facce e 12 distinti angoli smussati. Qualunque sia la direzione tenuta dalla macchina, il tassello è sempre nella posizione giusta per lavorare in modo efficace. La stabilità è costante e uniforme, a 360°. La scultura brevettata del battistrada Michelin Bibload Hard Surface è multidirezionale.

Accanto al tassello a forma di diamante si aggiunge il rampone alle spalle, che si restringe dal centro verso l’esterno dello pneumatico. Questo rende possibile allontanare rapidamente dallo pneumatico le pietre trattenute nella scultura. Il rampone alle spalle incorpora anche un intaglio, fornendo maggior aderenza trasversale su terreno scivoloso.

 3.Maggior comfort

Il comfort migliorato deriva da due caratteristiche del battistrada: la rigidità e la riduzione delle vibrazioni. Ad ogni giro della ruota, 96 tasselli – 24 su ogni fianco dello pneumatico e 48 al centro – vengono a contatto con il terreno in modo alternato. Questo riduce il numero di tasselli che vengono a contatto con il terreno simultaneamente. Non si ha, quindi, il fenomeno del martellamento e, di conseguenza, si riducono vibrazioni e rumore, soprattutto a velocità elevata.

Le terne talora percorrono distanze significative su strada, a differenza delle pale gommate e dei carrelli telescopici, più piccoli, che coprono aree di dimensioni minori. La prestazione su strada, perciò, costituisce un ulteriore vantaggio in rapporto alla scultura a ramponi convenzionale.

4.Maggior resistenza

2fIl miglioramento in termini di resistenza si deve a due “meccanismi” integrati nel nuovo Michelin Bibload Hard Surface:

  • Un cordone di protezione per salvaguardare i fianchi dall’abrasione, che è uno dei tipi di usura rilevati con maggior frequenza (in giallo nell’immagine).
  • Un deflettore di protezione che permette di prevenire danni al cerchio quando il terreno è aggressivo e di evitare che le pietre si conficchino tra il cerchio e il tallone

 

 

 

 

 

5.Maggior durata

La maggior durata di Michelin Bibload Hard Surface si deve a:

Maggior superficie di contatto al suolo in rapporto a MICHELIN XMCL, sviluppato per l’uso su terreno non compatto (superficie di contatto al suolo: 44% vs 29%).

Catturadd

Ramponi laterali che collegano i tasselli a forma di diamante ai ramponi sulle spalle per dare rigidità al battistrada in caso di forze laterali. Questo migliora la resistenza all’usura nella fase di slittamento laterale.

Catturavv

 

 

Tag: ,

Categoria: Mercato, Notizie, Notizie prodotti, OTR, Uncategorized

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *