Continental lancia il VDO Redi-Sensor ad Automechanika

23 settembre 2014 | 0 Commenti
 
Continental lancia il VDO Redi-Sensor ad Automechanika
Continental lancia il VDO Redi-Sensor ad Automechanika

Dal primo novembre 2014, ogni nuova auto nell’Unione europea dovrà essere dotata di un sistema di monitoraggio della pressione dei pneumatici (TPMS). Le officine, quindi, dovranno verificare che il sistema TPM funzioni correttamente dopo ogni cambio gomme o ruota. Quando si utilizzano sistemi TPM diretti, la pressione dei pneumatici è misurata in modo rapido e preciso dai sensori nel pneumatico. Tuttavia, i sistemi di controllo associati richiedono sensori specifici a seconda del produttore. Con la soluzione VDO Redi-Sensor, il marchio Continental VDO ha sviluppato sensori che sono adatti per l’uso su una vasta gamma di veicoli e, pertanto, semplificano al massimo le operazioni con questi sistemi. VDO Redi-Sensor offre anche una serie di altri vantaggi.

Adatto per l’uso con molti veicoli diversi: allo stato attuale, praticamente ogni veicolo attrezzato con TPMS che arriva in un officina richiede un sensore TPM specifico. In futuro, tuttavia, tutte le officine saranno in grado di occuparsi di una vasta gamma di veicoli diversi con tre sole varianti del VDO Redi-Sensor. Ciò semplificherà enormemente lo stoccaggio e la logistica delle officine.

img_2014_09_16_vdo_redi_sensor_1_en-onlineDataNessuna programmazione aggiuntiva del sensore per le officine: ogni volta che un nuovo veicolo arriva in officina devono essere appositamente programmate soluzioni multi-applicative comparabili. Tuttavia, un percorso diverso è stato scelto per il VDO Redi-Sensor: è pre-programmato e fornito “pronto per l’installazione”, da cui il nome del prodotto “Redi”. Proprio come un sensore OE, è richiesto solo la riprogrammazione del veicolo.

 

Nuovo posizionamento del sensore: la maggior parte dei sensori TPM disponibili sul mercato è fornita insieme alla valvola del pneumatico. Il VDO Redi-Sensor, al contrario, è fornito in un contenitore che viene poi incollato alla superficie interna del pneumatico. Questo semplifica l’installazione del sensore in officina e protegge meglio il sensore contro i danni e dai contatti esterni durante il funzionamento di tutti i giorni. Perché è posizionato all’interno del pneumatico, il VDO Redi-Sensor europeo può essere combinato con qualsiasi ruota, un vantaggio estetico che accontenta i proprietari dei veicoli.

img_2014_09_16_vdo_redi_sensor_en-onlineDataIl fatto che un numero crescente di veicoli siano dotati di sistemi di controllo della pressione dei pneumatici avrà anche un impatto sui servizi dei gommisti così come sui rivenditori specializzati di pneumatici. Con il Redi-Sensor di VDO, le officine saranno perfettamente attrezzate per i nuovi compiti che dovranno affrontare nel loro lavoro quotidiano e potranno rispondere immediatamente alle richieste dei clienti. Il fatto che il VDO Redi-Sensor possa essere installato rapidamente e facilmente permette di risparmiare tempo prezioso in officina.

Tag: , , ,

Categoria: Mercato, Notizie, Notizie prodotti, Vettura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *