PFU Zero nelle Isole Minori: in una settimana alle Eolie raccolti quasi 13mila kg di Pneumatici Fuori Uso

25 giugno 2014 | 0 Commenti
 
PFU Zero nelle Isole Minori: in una settimana alle Eolie raccolti quasi 13mila kg di Pneumatici Fuori Uso
PFU Zero nelle Isole Minori: in una settimana alle Eolie raccolti quasi 13mila kg di Pneumatici Fuori Uso

Grande successo in Sicilia per ‘PFU Zero nelle Isole Minori’. Grazie alla campagna di raccolta straordinaria, targata Marevivo ed EcoTyre, sono stati recuperati correttamente, nei 5 giorni della cosiddetta ‘Settimana delle Eolie’, quasi 13mila kg di PFU (Pneumatici Fuori Uso) – oltre 1.700 pezzi – a terra e sui fondali di 5 isole in Sicilia: Vulcano, Panarea, Salina, Stromboli e, oggi, in chiusura, Lipari.

La squadra di sub di Marevivo, in collaborazione con i diving locali e le Amministrazioni Comunali, ha individuato e poi raccolto i PFU che giacevano in fondo al mare nelle isole dell’arcipelago delle Eolie, tra i più belli del Mediterraneo. Le immersioni hanno avuto luogo in particolare sui fondali di Vulcano e Lipari. Un mezzo di EcoTyre, il primo Consorzio nazionale per numero di soci e il secondo per quantitativi raccolti che si occupa della gestione di questi rifiuti, ha caricato i PFU, raccolti in mare e a terra, per portarli presso gli impianti di trattamento in cui verranno avviati al recupero. Questa speciale tipologia di rifiuto, infatti, causa seri danni all’ambiente e comporta alti costi di smaltimento, ma – se gestita in modo corretto – è riciclabile al 100% e utilizzabile per i fondi stradali, per le superfici sportive, come materiale per l’isolamento o per l’arredo urbano e persino per le suole delle scarpe.

Foto1Intanto sulla banchina, sono state organizzate iniziative di sensibilizzazione per turisti e cittadini, con un’attenzione particolare ai più piccoli. Gummy, la mascotte di EcoTyre, ha coinvolto, infatti, oltre 600 bambini in attività ludiche, che hanno consentito ai giovanissimi di scoprire l’importanza di una corretta gestione dei PFU e quanto il recupero di questi rifiuti sia necessario per salvaguardare l’ambiente ed in particolare quello marino.

La campagna, che ha visto il coinvolgimento di 11 isole di 6 diverse regioni italiane (Lazio, Sardegna, Sicilia, Toscana, Puglia, Campania), continua. Dopo Ponza, lo scorso 8 maggio, La Maddalena, il 10 giugno, Ischia, il 12 giugno, e la Settimana delle Eolie (16-20 giugno), le ultime tre tappe saranno Isola del Giglio, martedì 24 giugno, Isole Tremiti, giovedì 26 giugno, e per chiudere Capri, lunedì 30 giugno.

“Questa esperienza così positiva e coinvolgente ha dimostrato quanto sia importante, per proteggere davvero le nostre coste e il nostro mare, l’impegno di tutta la società civile: dal bambino che impara al politico che decide – ha commentato Fabio Galluzzo, responsabile della delegazione siciliana di Marevivo -. L’esperienza ormai trentennale dell’associazione ci porta a sostenere che l’educazione ambientale debba entrare a pieno titolo nella programmazione scolastica e la Sicilia su questo tema potrebbe fare da apriprista”

Foto3“Ringrazio le Amministrazioni comunali che hanno aderito con entusiasmo a questa nostra campagna. Il grande successo dell’iniziativa nelle Eolie – ha detto Enrico Ambrogio, Presidente di EcoTyre – ha comportato la necessità di avere a disposizione, oltre a quello previsto con rimorchio, un altro camion straordinario per trasportare gli ulteriori PFU. Siamo lieti di confermare che metteremo a disposizione questo secondo mezzo che nei prossimi giorni recupererà tutti i PFU lasciati presso i Centri di Raccolta del Comune. Abbiamo concluso oggi a Lipari la Settimana delle Eolie, cinque appuntamenti molto importanti per l’incredibile numero di bambini che abbiamo coinvolto in attività ludico-didattiche, con l’aiuto di Gummy, rendendoli esperti sul riciclo di PFU e sui numerosi utilizzi del polverino e ambasciatori presso le loro famiglie. Oltre, infatti, al numero di PFU avviati al corretto riciclo, il nostro obiettivo è la sensibilizzazione dei cittadini, il primo tassello, quello fondamentale, della nostra filiera”.

“I copertoni abbandonati rappresentano un indecoroso scenario, perciò ringraziamo Marevivo ed EcoTyre per aver scelto di coinvolgere il nostro territorio, abbiamo dato un segnale positivo nella direzione giusta della salvaguardia dell’ambiente marino” – ha dichiarato Tiziana De Luca, Assessore all’Ambiente del Comune di Lipari, ultima isola siciliana protagonista della campagna.

Tag: , , , , , ,

Categoria: Mercato, Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *