Il risultato dell’ultimo giorno di test malese e il commento Bridgestone

3 marzo 2014 | 0 Commenti
 
Il risultato dell’ultimo giorno di test malese e il commento Bridgestone
Il risultato dell’ultimo giorno di test malese e il commento Bridgestone

Dani Pedrosa della Repsol Honda e Valentino Rossi di Yamaha Factory Racing hanno condiviso il primo posto in classifica nella seconda tornata di test pre-stagionali in Malesia, sempre sul circuito di Sepang, dal momento che i due piloti hanno segnato lo stesso identico tempo, 1’59 .999.
Sia Pedrosa e Rossi hanno fatto il loro miglior tempo sul giro usando le slick di mescola media davanti e dietro, l’ultimo giorno di test. Al terzo posto, l’alfiere Ducati Andrea Dovizioso ha chiuso terzo assoluto con un miglior tempo personale di 2:00.067, facendo in modo che tre diversi produttori siano ai primi tre posti. Come nei primi test malesi, Aleix Espargaro è stato ancora una volta il più veloce della classe open, classificandosi quarto assoluto con la sua NGM Mobile Forward Racing FTR- Yamaha, con un best lap di 2’00 .101.
Le condizioni meteo della prova erano simili al primo test di Sepang, cioè molto calde e secche, anche se il livello di grip dell’asfalto era inferiore rispetto alla prova precedente in febbraio. La temperatura di picco registrata sull’asfalto nel corso dei tre giorni è stata di 60 ° C, 3 gradi più calda rispetto allo scorso test. Tutte le varianti delle mescole anteriori e posteriori sono state utilizzate dai piloti nei tre giorni, solamente nelle specifiche 2014 (nel primo test era possibile utilizzare anche le gomme 2013)
Ora Bridgestone, e tutta la MotoGp, si trasferirà a Phillip Island per una tre giorni di test, dal 3 al 5 marzo, e subito dopo in Qatar agli ultimi test pre-stagionali, dal 7 al 9 marzo.
Masao Azuma, Ingegnere capo Bridgestone Motorsport Tyre Development Department, ha dichiarato: “Rispetto all’ultimo test di Sepang, le condizioni della pista negli ultimi tre giorni non sono stati così favorevoli. Questo è stato il motivo principale per cui i tempi non erano così veloci come l’ultima volta che siamo stati a Sepang. L’ultimo giorno del test le condizioni erano particolarmente estreme con temperature della pista che hanno raggiunto sessanta gradi Celsius, ma alcuni piloti hanno intrapreso simulazioni di gara in queste condizioni difficili, così siamo stati in grado di acquisire un sacco di buoni dati riguardo la durata dei pneumatici in questo test.
“Per questo test abbiamo offerto soltanto i nostri pneumatici specifica 2014, così i nostri ingegneri hanno passato un sacco di tempo a lavorare con i team per aiutarli a familiarizzare con le nuove gomme. Come al solito quando si introducono nuovi pneumatici, alcune squadre e piloti hanno bisogno di più tempo per adattarsi, ma credo che tutti abbiano fatto progressi negli ultimi tre giorni. E promettente vedere quattro diversi tipi di moto, Yamaha, Honda, Ducati e una Yamaha Open, fare tempi racchiusi in un decimo di secondo, in quanto questo fa ben sperare per una stagione competitiva. Ora andiamo in Australia per una tre giorni di test a Phillip Island la prossima settimana con alcuni piloti Ducati, Honda e Yamaha per testare le nuove gomme che abbiamo sviluppato per il Gran Premio d’Australia nel mese di ottobre.”

I tempi della due giorni:
motogp

Tag: , , , , , , , , , ,

Categoria: Motorsport, Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *