Sutil: gomme Pirelli migliori dell’anno scorso

28 febbraio 2014 | 0 Commenti
 
Sutil: gomme Pirelli migliori dell’anno scorso
Sutil: gomme Pirelli migliori dell’anno scorso

Adrian Sutil ha salutato le modifiche apportate apportate da Pirelli ai pneumatici, dicendo che non solo reagiscono meglio, ma che il calo di prestazioni è inferiore.
La scorsa stagione Pirelli ha ricevuto una grande quantità di critiche per le gomme, che hanno sofferto di un elevato degrado e, cosa ben più grave, troppe esplosioni improvvise. Il produttore italiano ha apportato modifiche durante la stagione per risolvere i problemi legati alle esplosioni, mentre ci sono state varie modifiche nel corso dell’off-season, che abbiamo illustrato precedentemente.
“Loro stanno reagendo molto meglio e in modo più coerente di quanto avessero fatto la scorsa stagione,” ha dichiarato Adrian Sutil a ESPN. “Non c’è un calo di prestazioni così marcato, o almeno questo è quello che posso vedere in questo momento. Tutti i giri che si fanno sono molto vicini come tempi, ma sono veramente gomme dure, la costruzione è ovviamente più rigida rispetto allo scorso anno, in modo che il pneumatico si comporti meglio. La cosa più importante è che il pneumatico sia consistente, perché perdere tre o quattro secondi al giro come la scorsa stagione a causa delle gomme è veramente troppo.”
Ma mentre il pilota della Sauber è sicuramente felice per le gomme, lo stesso non si può dire di Nico Hulkenberg: Il tedesco, che ha sostituito Sutil alla Force India per questa stagione, dice la degradazione posteriore è un problema. “Sono abbastanza difficile da gestire [in Bahrain] in termini di degrado. E’ molto facile avere degrado posteriore, in particolare con motori come quelli di quest’anno, che hanno una coppia importante. È molto facile rovinare le posteriori, quindi quest’anno questa sarà sicuramente una sfida.”

Tag: , ,

Categoria: Motorsport, Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *