Assocatene mette in guardia gli automobilisti dall’uso delle calze da neve

26 settembre 2013 | 0 Commenti
 
Alberto Guidotti, presidente di Assocatene, ricorda agli automobilisti che per circolare in sicurezza, in caso di ghiaccio o neve, il Codice della Strada prevede il solo utilizzo di catene da neve o di pneumatici invernali
Alberto Guidotti, presidente di Assocatene, ricorda agli automobilisti che per circolare in sicurezza, in caso di ghiaccio o neve, il Codice della Strada prevede il solo utilizzo di catene da neve o di pneumatici invernali

L’associazione che rappresenta i costruttori di catene da neve, con l’approssimarsi della stagione invernale, puntualizza e ricorda agli automobilisti cosa prevede la normativa in vigore in Italia, sottolineando che le calze da neve non sono equiparabili alle catene da neve. La precisazione – puntuale e autorevole – si è resa necessaria, da parte dell’associazione confindustriale, a seguito di una recente sentenza del Tar del Lazio, che potrebbe essere male interpretata.

Ad oggi – afferma l’associazione – non risultano variazioni, né tantomeno annullamenti, della legislazione vigente, cioè del Codice della Strada (DM 2011), ove si specifica che “i dispositivi utilizzabili in presenza di segnali di obbligo devono essere omologati ai sensi della norma UNI 11313 o della austriaca  ON V5117”.

Assocatene spiega infatti che la sentenza del Tar del Lazio, depositata lo scorso 28 giugno, ha annullato una semplice nota esplicativa della Direzione Generale della Motorizzazione, che ha risposto alla richiesta di riconoscere che l’utilizzo di calze da neve omologate secondo la norma ON V5121 sia equivalente all’utilizzo delle catene da neve omologate secondo le uniche due normative previste dal Codice della Strada, ovvero la ON V5117  e la UNI 11313.

“Assocatene ritiene opportuno fare chiarezza nei confronti degli automobilisti che potrebbero acquistare prodotti non previsti dal Codice della Strada”, afferma il presidente Alberto Guidotti. “Il rischio per gli utenti non è solo quello di subire sanzioni amministrative ma anche di trovarsi in situazioni di emergenza su neve e ghiaccio con dispositivi non adeguati e non sicuri”.

L’associazione aggiunge anche che, al fine di evitare ulteriori turbative di mercato, procederà immediatamente a opportune azioni legali, ove se ne presentasse la necessità così come se dovesse continuare la campagna di disinformazione a discapito dell’utilizzo delle Catene da neve e della sicurezza della circolazione, attuata diffusamente in questi mesi sulle principali testate di settore e non.

Tag: , , ,

Categoria: Altro, Mercato, Notizie prodotti, Ordinanze invernali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *