Pirelli: 50 anni di successi al fianco di Lamborghini

8 maggio 2013 | 0 Commenti
 
Pirelli: 50 anni di successi al fianco di Lamborghini
Pirelli: 50 anni di successi al fianco di Lamborghini

Lamborghini ha scelto Pirelli per dare il via ai festeggiamenti per il cinquantesimo compleanno e della partnership tra le due aziende. La Fondazione Pirelli, infatti, è stata la sede della conferenza stampa con la quale lo storico marchio sportivo ha dato il via ai festeggiamenti del proprio anniversario, che sono iniziati a Milano e si concluderanno a Sant’Agata Bolognese, con sosta a Forte dei Marmi, Roma e Bologna.

La scelta di Pirelli e della sua Fondazione come cornice dell’anniversario è l’ultimo tassello di una collaborazione a tutto campo, nata in un’epoca pioneristica grazie a uomini come Ferruccio Lamborghini e Leopoldo Pirelli, che ha segnato alcune delle tappe più importanti della tecnologia e del costume della storia automobilistica mondiale.

La collaborazione tra la P lunga e la Casa del Toro risale al 1963, anno in cui Ferruccio Lamborghini si rivolse a Pirelli per gommare la prima vettura della sua neonata azienda automobilistica, la 350 GTV, presentata come prototipo al Salone di Torino dello stesso anno. Sia questo modello sia la sua versione stradale presentata l’anno successivo al Salone di Ginevra, la 350 GT, calzavano pneumatici Pirelli Cinturato HS, sviluppati proprio in quegli anni per l’equipaggiamento di vetture sportive in grado di raggiungere, già allora, velocità di 240 kmh. La dicitura HS, High Speed, stava ad indicare proprio la capacità degli pneumatici di sostenere le elevate velocità delle nascenti supercar degli anni ‘60.

Sarà il 1966 l’anno della consacrazione definitiva del marchio Lamborghini, con la presentazione della leggendaria Miura. Entrata nel listino Pirelli 1967 – insieme alle Lamborghini 350 GT e 400 GT – la nuova nata di Sant’Agata Bolognese sarà gommata con una nuova famiglia di pneumatici Cinturato HS, la CN72, nella misura 205 VR 15. Dal tradizionale disegno battistrada del Cinturato classico, il CA67, la nuova gomma passa a un disegno più silenzioso e confortevole, scelto in primo equipaggiamento da tutti i successivi modelli Lamborghini, tra cui la Espada, apparsa nel 1968. E quando, di lì ad un paio d’anni, la Lamborghini richiederà per la Miura un ribassato “Serie 70”, cioè una copertura dal fianco molto più basso rispetto alla larghezza del battistrada, così da aumentare notevolmente la tenuta in curva, entra in listino il nuovo Cinturato CN73, con misura 225/70 VR 15. Si apre così la strada verso il "ribassato" che porterà al Pirelli P7, pneumatico che sarà scelto in primo equipaggiamento nel 1971 dalla nuova supersportiva di Sant’Agata, la Countach, che dominerà tutti gli anni ‘70.

Sarà ancora una Lamborghini a tenere a battesimo su strada un nuovo prodotto della famiglia Pirelli: nel 1988 la versione “Anniversary” della Countach – lanciata per il 25° anniversario della Società – sarà infatti tra le prime supercar ad essere equipaggiata con i nuovi pneumatici Pirelli P Zero.

La partnership tra Pirelli e Lamborghini non si limita solo all’ambito tecnologico: molto spesso protagoniste degli spot Pirelli sono proprio le supercar della Casa del Toro. La Lamborghini Countach Anniversary, ad esempio, viene utilizzata per una serie di campagne pubblicitarie Pirelli destinate al mercato americano e del Sud Est asiatico, come nel 1970 era stata la Miura la testimonial di una campagna pubblicitaria sui Primi Equipaggiamenti di prestigio dal titolo eloquente: “La Miura ha scelto Cinturato Pirelli‛.

Intanto, tra il 1986 e il 1988 Lamborghini realizza il super-fuoristrada LM002: per questo antenato dei moderni Suv, Pirelli studia appositamente la gamma di pneumatici Scorpion che presentano caratteristiche innovative come l’utilizzo del kevlar nella struttura della carcassa e la costruzione run-flat. Il LM002 parteciperà alla Parigi-Dakar del 1988: è l’inizio del connubio Lamborghini/Pirelli nelle competizioni, che prosegue tuttora: Pirelli è fornitore unico del Super Trofeo Lamborghini Blancpain.

Nel 1990 arriva la Lamborghini Diablo, costruita in 3000 esemplari con equipaggiamento Pirelli P Zero, mentre gli anni Duemila sono dominati dalla Murciélago (2002) e dalla Gallardo (2003), equipaggiate con pneumatici P Zero Rosso. E sarà proprio la Lamborghini Gallardo, nel 2007, ad essere protagonista del Pirellifilm “Mission Zero” con Uma Thurman, così come lo stesso modello terrà a battesimo nel 2008 – sulle nevi di Zermatt- l’invernale Winter Sottozero II.

Nel ripercorrere questo intenso album di ricordi, non potevano mancare le “fotografie” di oggi, che vedono ancora la tecnologia e la sicurezza Pirelli al fianco delle supercar della Casa del Toro. La nuova Aventador LP 700-4 Roadster calza, infatti, una versione dedicata degli pneumatici P Zero mentre per la Veneno, dream car nata per celebrare i 50 anni di Lamborghini, sono stati sviluppati speciali pneumatici Pirelli che, con il loro logo rosso, richiamano alla mente le coperture P Zero di Formula Uno.

Tag: , , , ,

Categoria: Mercato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *