Continental vede opportunità di crescita OE soprattutto in Asia

15 aprile 2013 | 0 Commenti
 
Karlheinz Evertz, responsabile della divisione Ricerca e Sviluppo Pneumatici di Continental, ritiene che nei mercati emergenti ci siano importanti opportunità di business per l’industria dei pneumatici nel settore del primo equipaggiamento per vettura e trasporto leggero
Karlheinz Evertz, responsabile della divisione Ricerca e Sviluppo Pneumatici di Continental, ritiene che nei mercati emergenti ci siano importanti opportunità di business per l’industria dei pneumatici nel settore del primo equipaggiamento per vettura e trasporto leggero

Attualmente il gruppo Continental fornisce pneumatici per vettura e trasporto leggero con il marchio premium Continental per circa un terzo di tutti i veicoli nuovi prodotti dalle case automobilistiche europee; negli USA, fornisce oltre il 15% del settore. Nei prossimi anni la multinazionale tedesca guarda all’Asia per opportunità di sviluppo più ampie. Questa regione, che ha previsioni di crescita molto rapide e consistenti, viene seguita direttamente dalla fabbrica di Hefei, in Cina. Ciò consente di sostenere direttamente in loco le esigenze dei produttori di veicoli global premium con pneumatici premium.

“Ad Hefei siamo già pronti ad estendere la capacità di produzione annuale a 8 milioni” afferma Karlheinz Evertz, responsabile mondo per la divisione Passenger and Light Truck Tires Original Equipment. “Anche il Sud America gioca un ruolo importante per il nostro business, perchè anche lì il numero di veicoli premium sta rapidamente crescendo. Abbiamo anche gettato le basi per l’espansione del nostro impianto di Camaçari, in Brasile, dove entro il 2015 arriveremo a raddoppiare la produzione annuale a nove milioni di pneumatici, sempre nel settore vettura e trasporto leggero. Naturalmente, dobbiamo considerare anche la Russia in questa lista. Nel prossimo futuro questo mercato si svilupperà sino a diventare uno dei più importanti in Europa, e quindi noi forniremo il primo equipaggiamento ai consumatori con prodotti del nostro nuovo impianto di Kaluga entro la fine del 2014.”

Negli ultimi anni le esigenze dei costruttori di autovetture e furgoni si sono orientate verso caratteristiche tecniche spesso in conflitto tra loro, che richiedono ai fabbricanti di pneumatici, partner nello sviluppo di questi veicoli, intensi sforzi nella ricerca e sviluppo. In primis, le aspettative sulla riduzione della resistenza al rotolamento sono costantemente in crescita. Gli ambiziosi target richiesti vanno però ottenuti senza alcun compromesso con le proprietà, in netta contrapposizione tecnica, nell’area della sicurezza, così come la frenata sul bagnato e l’aderenza. Un altro aspetto poi è la tendenza a progettare vetture con pneumatici per cerchi di diametro sempre più ampio e di larghezza sempre più consistente. Da ultimo c’è anche l’ampio, ma ancora non molto specifico settore delle e-car. Le previsioni sono ancora molto variegate rispetto a quanto importante potrà in un prossimo futuro diventare questo mercato. Ma già ora Continental è in grado di servire questo specifico segmento grazie ai nuovi pneumatici Conti.eContact e i Conti.eContactWinter.

In Europa Continental vanta oggi un’ampia gamma di approvazioni di pneumatici estivi in primo equipaggiamento. In un mercato che vede la presenza del marchio tedesco montato in origine su una ogni tre nuove vetture uscite dalle fabbriche, desta particolare attenzione la stretta partenership tecnologica soprattutto con i costruttori dell’area premium: dall’Audi per la S8, A8, A7, A6, RS4, e A3; da BMW per la serie 1 e 3; da Land Rover per la nuova Range Rover; da Maserati per la Granturismo, la nuova Quattroporte e la prossima Ghibli; da Mercedes-Benz per la Classe A-, B-, C- e S-; da Porsche per le Cayman e Panamera; da Toyota per la Vios; da VW per la Touareg Hybrid, la nuova Passat per il mercato U.S.A., la Amarok e la Superior.

Nell’ambito extraeuropeo, con i Paesi NAFTA già da tempo oggetto dell’attenzione di Continental, sono i Paesi BRIC ora quelli a cui il primo equipaggiamento guarda con maggiore attenzione: “Quasi tutti i produttori di pneumatici si stanno interessando ai mercati brasiliano, russo, indiano e cinese per godere dei benefici della crescita dinamica dell’area” prosegue Everz. “Noi li supportiamo con i nostri prodotti premium e abbiamo aumentato significativamente le nostre opportunità di crescita con lo stabilimento creato in Cina. La nostra struttura organizzativa, che fa capo a key account manager dedicati per ciascun costruttore, rappresenta un importante fattore per il successo delle relazioni di business. E’ una organizzazione unica nell’industria e permette ai produttori di portare avanti il proprio business globale con un solo contatto principale per Continental nel settore pneumatici passenger and light truck.”

I risultati dello scorso anno aprono ad un lusinghiero 2013 per gli obiettivi mondiali di Continental nel primo equipaggiamento vettura e trasporto leggero: “Ci aspettiamo che le vendite complessive crescano di circa il 2% nel 2013, con il mercato europeo che rimane leggermente al di sotto dei livelli 2012, mentre le vendite nelle Americhe saliranno del 2-3% e le vendite in Asia si incrementeranno tra il 3 e il 5%” conclude Karlheinz Everz.

Tag:

Categoria: Mercato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *