BKT conferma un trend di crescita medio costante del 30%

5 marzo 2013 | 0 Commenti
 

BKT, produttrice di pneumatici off-highway con sede a Mumbai, in India, nell’esercizio finanziario che termina il 31 marzo 2013, prevede di raggiungere la quota di 712 milioni di dollari di fatturato, registrando un trend di crescita medio costante del 30% circa. Attualmente BKT detiene il 5% della quota di mercato mondiale di pneumatici nel settore off-highway, nei segmenti specialistici: macchine e attrezzature utilizzate in agricoltura, nel movimento terra, nel settore industriale, ATV e giardinaggio.

Entro la fine del 2014, BKT mira a raggiungere il 10% di quota di mercato, con un fatturato di 1,36 miliardi di dollari, mentre l’obiettivo a lungo termine è il raggiungimento di 2 miliardi di dollari di fatturato entro il 2020. Un traguardo ottenibile attraverso la continua innovazione di prodotto, con l’introduzione di nuovi modelli studiati appositamente per le esigenze di ciascun segmento, un approccio commerciale strategico e determinato, visibilità e valore per il proprio brand, ispirato a modernità e alla percezione di un’azienda dinamica e solida.

 

BKT avvia il suo primo impianto di produzione nel 1987 a Aurangabad, Western India. Dopo aver individuato un segmento nicchia per i mercati internazionali, nel 1995 avvia la produzione di pneumatici off-highway. Un percorso caratterizzato da una costante ascesa fino alla creazione del secondo stabilimento a Bhiwadi nel 2002. Nel 2003 inizia la produzione di pneumatici per ATV, giardinaggio e movimento terra, seguito dal lancio degli pneumatici radiali Agrimax nel 2004. Nello stesso anno avvia la produzione di stampi per pneumatici a Dombivali. Nel 2005 viene installato un impianto eolico che consente all’azienda di auto-produrre energia pulita e rinnovabile, e l’anno successivo viene inaugurato il terzo stabilimento a Chopanki.

Il nuovo stabilimento di Bhuj, recentemente entrato in funzione, rappresenta un’ulteriore pietra miliare per BKT. Dotato di impianti all’avanguardia e con un’estensione di 300 acri, l’obiettivo è il raggiungimento di una produzione di 120.000 ton/anno quando sarà a pieno regime entro la fine del 2014. Bhuj è anche un brillante esempio di “fabbrica sociale” poiché ospita una housing colony per i dipendenti e le loro famiglie che vivono all’interno della comunità, in cui verranno costruiti un ospedale, una stazione dei vigili del fuoco, un grande centro sportivo e una scuola. Una conferma della filosofia dell’azienda, da sempre attenta al benessere e alla qualità di vita delle persone che vi operano.

 

Tutti gli stabilimenti di produzione di BKT, così come i processi di progettazione e sviluppo degli pneumatici, hanno ottenuto la certificazione qualità ISO 9001: 2000. BKT aderisce a tutti i più rigorosi standard internazionali in materia di parametri di produzione e controllo di qualità, in conformità con le normative in materia ambientale, tra cui la Direttiva Europea “REACH”. La società è inoltre certificata ISO 14001:2004, l’International Environmental Management System.

I prodotti BKT sono venduti in oltre 130 Paesi in tutto il mondo, attraverso una rete di distributori nazionali. Con oltre 6.000 dipendenti e un’ampia gamma di oltre 2.000 prodotti, destinati ai diversi segmenti di mercato degli pneumatici, BKT ha sempre tenuto fede alla propria vision: servire il mercato mettendo a disposizione pneumatici in grado di permettere ai clienti di raggiungere i loro obiettivi, garantendo le migliori performance.

Tag:

Categoria: Mercato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *