A febbraio è di scena l’enduro estremo di Hell’s Gate Metzeler 2013

6 dicembre 2012 | 0 Commenti
 

Metzeler sarà title sponsor di Hell’s Gate Metzeler 2013, la competizione internazionale di enduro estremo giunta quest’anno alla 10ª edizione e diventata ormai una “classica”, appuntamento irrinunciabile e già considerato da tempo un “mito” della regolarità e dell’enduro nella sua forma più autentica. Hell’s Gate è una gara che fin dalla sua prima apparizione è diventata un simbolo dell’estremo moderno aprendo la strada a una nuova era dell’enduro, di cui è diventata il riferimento.

Segmento, quello dell’enduro, in cui anche Metzeler può senza dubbio essere considerata una leggenda. Fin dal 1935 Metzeler ha collezionato una lunga serie di successi nel Campionato Tedesco di Enduro, innumerevoli titoli nel Campionato Europeo e significative vittorie nell’International Six Days di Enduro. Alla fine dello scorso secolo, tra il 1990 e il 1997, Metzeler ha vinto dodici Mondiali di Enduro in classi differenti, con piloti del calibro di Paul Edmondson, Giovanni Sala, Mario Rinaldi e Fabio Farioli. Ai giorni nostri, con l’introduzione dell’innovativo pneumatico MCE 6 Days Extreme, il brand tedesco ha ottenuto ben diciannove titoli mondiali nel Campionato Mondiale Enduro grazie anche alle prestazioni di piloti come David Knight, Ivan Cervantes, Samuli Aro, Juha Salminen, Johnny Aubert, Antoine Meo, Christophe Nambotin e l’indimenticabile Mika Ahola.

Fin dal 2004, anno della prima edizione, Hell’s Gate si svolge sempre nel mese di febbraio, ed è ambientato nella stupenda tenuta turistica de Il Ciocco. La località sull’appennino toscano, un autentico paradiso naturale per l’enduro, si trasforma per l’occasione in un percorso infernale che presenta difficoltà di ogni genere: cascate, torrenti in piena, mulattiere e pietraie, salite impossibili. Per i partecipanti alla competizione, che ritornano puntualmente ogni anno a rinnovare la loro personale sfida, è un tracciato decisamente tecnico e “fisico”.

La formula agonistica di Hell’s Gate si sviluppa in due fasi: al mattino una gara di enduro “tradizionale”, con valore di girone eliminatorio. I primi 30 classificati accedono poi alla gara vera e propria, la fase finale di Hell’s Gate Metzeler. Griglia di partenza tipo “GP” e, quando Fabio Fasola abbassa la bandiera dello start, i piloti scatenano un vero e proprio inferno: 4 giri, una prova speciale non-stop, con i soli controlli di passaggio. I piloti che transitano con un ritardo superiore ai 30 minuti rispetto al concorrente in testa alla gara sono eliminati dalla competizione. Ai piloti è consentito di ricevere l’aiuto del pubblico presente onsite, che risulta indispensabile per affrontare la salita finale dell’inviolabile Hell’s Peak.

Opens external link in new window   

Categoria: Uncategorized

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *