Le gomme GT Radial sulle tracce di Marco Polo

22 dicembre 2011 | 0 Commenti
 
Le gomme GT Radial sulle tracce di Marco Polo
Le gomme GT Radial sulle tracce di Marco Polo

Giacarta-Venezia in 100 giorni. Questa è stata la sfida affrontata da una spedizione di 13 indonesiani che, a bordo di quattro Toyota Fortuner equipaggiate con i pneumatici GT Radial Savero A/T Plus nella misura 265/75 R17, ha viaggiato per più di 27.000 chilometri percorrendo a ritroso lo storico viaggio di Marco Polo. Scopo dell’avventura, denominata “Fastron Europe-Asia Expedition 2011”, era promuovere la cultura, i prodotti e il business indonesiano, facendo conoscere, in tutte le nazioni attraversate, la ricchezza culturale e le potenzialità commerciali dell’Indonesia.

La spedizione, dopo l’arrivo a Venezia, ha fatto tappa a Carpenedolo, in provincia di Brescia, dove ha sede Magri Gomme SpA, storico distributore di GT Radial per il mercato italiano e dove il presidente Luigi Magri ha cordialmente accolto la delegazione. William Gozali, general manager e sales export manager di Pt Gajah Tunggal ha avuto così l’opportunità di conoscere l’intera organizzazione Magri e viceversa la forza vendita del distributore italiano, che si trovava a Carpenedolo per il sales meeting di fine anno, ha potuto conoscere di persona i manager indonesiani e tutta l’avventurosa spedizione.

“La collaborazione tra Magri e GT è iniziata nel 1996 e in questi ultimi anni è andata consolidandosi e  raccogliendo successi”, ha affermato il presidente Luigi Magri. “Pt Gajah Tunggal è diventata oggi uno dei più grandi produttori di pneumatici al mondo e anche Magri Gomme ha sviluppato progetti e avviato investimenti nelle vendite e nel marketing per creare valore al brand in Italia”. Dall’inizio del 2010 il marchio GT Radial viene infatti distribuito dalla stessa rete vendita responsabile anche per la distribuzione del brand giapponese Yokohama, una sinergia che il direttore vendite Roberto Pizzamiglio, presente all’incontro, definisce vincente: “siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti quest’anno in termini di volumi, anche se quest’inverno il tempo non ci ha aiutato. Per il 2012 siamo molto ottimisti e intensificheremo il nostro impegno”.

Gonzali, dopo aver brevemente presentato l’azienda Pt Gajah Tunggal, ha ringraziato Magri per la lunga e fruttuosa partnership e per l’apprezzato supporto in Italia, augurando, non solo alle due aziende, ma anche ai due paesi, Italia e Indonesia, un brillante futuro di collaborazione. Pt Gajah Tunggal, già primo produttore indonesiano, ha guadagnato ormai una fama mondiale con il marchio GT Radial. L’azienda, che quest’anno festeggia i 60 anni di attività, è modernamente organizzata, ha un sistema di qualità che prevede il bar code sul tallone di ciascun pneumatico, utilizza un innovativo sistema di progettazione che consente di simulare a computer non solo il design del pneumatico, ma anche le sue prestazioni e dispone di una pista e un centro prove a Mira in Regno Unito. Da un punto di vista commerciale Pt Gajah Tunggal predilige le partnership con distributori leader nei paesi di riferimento, si concentra sul canale rivenditore e, da quest’anno, ha deciso di investire molto anche sulla visibilità e la comunicazione al consumatore, proprio per agevolare il lavoro dei rivenditori con la diffusione della conoscenza del brand. Corrado Moglia, direttore marketing Europa di Giti Tire, ha infatti  colto quest’occasione per presentare alla forza vendita GT Radial le numerose attività di comunicazione svolte in Europa per promuovere il brand nel corso del 2011. Le azioni di marketing e i mezzi utilizzati nel corso dell’anno sono infatti stati molti, dalla radio alla stampa, dal web al calcio, per finire, o meglio per iniziare il 2012, con il calendario che allieta ogni mese dell’anno con uno scatto sensuale.

Per quanto riguarda la spedizione Marco Polo, è stato sottolineato che le quattro Toyota, prodotte in Indonesia e non disponibili nel nostro Paese, non hanno mai dovuto cambiare i pneumatici, che hanno dimostrato una grande resistenza e costanza di prestazioni su fondi stradali molto diversi, temperature di utilizzo in continuo cambiamento e condizioni atmosferiche di ogni genere. L’esperienza più dura, a detta dei ragazzi del convoglio, è stata affrontare temperature a -16°C con le auto prive di sistema di riscaldamento. Le Toyota non erano infatti ancora pronte alla data di partenza e la spedizione, che avrebbe dovuto rimandare di 10 giorni, ha deciso di partire comunque il 28 agosto come stabilito. I paesi attraversati sono stai moltissimi: Sumatra, Malesia, Tailandia, Laos, Cina (dove ha percorso ben 7.500 km in 21 giorni), Iran e via via fino ad arrivare in Europa e raggiungere il traguardo di Venezia. La spedizione era accompagnata da una televisione indonesiana e comunicava costantemente attraverso i social network facebook e twitter.

Il direttore e presidente di Pt Gajah Tunggal, Christopher Chan, si è dichiarato orgoglioso di aver partecipato a questa avventura: “Essendo il più grande produttore di pneumatici del sud-est asiatico, abbiamo accettato con piacere di sostenere questo progetto, nato non solamente per promuovere le bellezze turistiche e artistiche dell’Indonesia, ma anche per far conoscere nel Mondo la qualità dei prodotti realizzati nel Paese, fra cui i pneumatici GT Radial. I nostri pneumatici si sono infatti dimostrati performanti in tutte le condizioni di guida che hanno dovuto affrontare e sono contento che i ragazzi alla guida dei SUV Toyota abbiano avuto subito un feeling positivo con questi pneumatici, sentendoli sicuri e adatti all’impresa. Mi congratulo con tutti coloro che hanno portato a termine questa spedizione, con una grande prova di resistenza e sacrificio”.   

I 13 indonesiani che hanno partecipato alla spedizione Giacarta-Venezia posano a Carpenedolo con i responsabili GT Radial e Magri Gomme 

La forza vendita GT Radial Italia ha incontrato a Carpendeolo, durante il sales meeting, i partecipanti della spedizione Marco Polo

Tag: , , , , , , , , ,

Categoria: Mercato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *