Pirelli Tyre a impatto zero

30 novembre 2011 | 0 Commenti
 
Pirelli Tyre a impatto zero
Pirelli Tyre a impatto zero

Pirelli taglia sprechi ed emissioni di CO2.  L’impegno è formale e quantificato nel piano di sostenibilità ambientale, sociale ed economica che Pirelli ha già avviato nel 2011 e che intensificherà nel periodo 2012-2014. Nei processi produttivi Pirelli si impegna a utilizzare sistemi che porteranno entro il 2015 a ridurre del 70% il prelievo di acqua e del 15% le emissioni di CO2 rispetto al 2009. Nel 2011 tali valori sono stati già ridotti rispettivamente del 29% e del 5%. Circa i prodotti, il Gruppo punta ad intensificare nel prossimo triennio l’ utilizzo di materie prime a basso impatto ambientale e a migliorare ulteriormente le caratteristiche di sicurezza ed ecosostenibilità dei pneumatici green performance, estendendone i benefici anche ai mercati di America latina, Cina, Usa e Messico.

Sul piano della responsabilità sociale, particolare attenzione è posta sulla sicurezza negli ambienti di lavoro attraverso piani di prevenzione e di formazione negli stabilimenti, con l’ obiettivo sfidante di ridurre del 60% l’ indice di frequenza degli infortuni  rispetto ai valori 2009.

Un esempio di questi giorni che dimostra il rispetto per l’ambiente di Pirelli riguarda il campo prove di Vizzola: le emissioni di CO2 generate durante le prove nel 2010 saranno infatti compensate con la creazione di nuove aree boschive. Lifegate ha assegnato a Pirelli Tyre, nell’ambito del progetto Impatto Zero, 5.657 mq di foresta in crescita all’interno del Parco Rio Vallone e 5.829 mq di foresta in crescita in Costa Rica, in grado di compensare in un anno il 100% delle emissione di CO2 totali generate nell’anno 2010 dal Campo Prove di Vizzola.

Un’iniziativa che fa parte di Impatto Zero di Lifegate, il primo progetto italiano che concretizza gli intenti del Protocollo di Kyoto, quantificando l’impatto ambientale di attività, aziende, prodotti e persone e aiutando a ridurre e compensare le emissioni di CO2 con la creazione e tutela di nuove foreste in Italia e nel mondo.

Tag:

Categoria: Mercato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *