Pirelli annuncia le mescole per Giappone e Corea

19 settembre 2011 | 0 Commenti
 
Paul Hembery, direttore Motorsport Pirelli Paul Hembery, ha annunciato le scelte che il produttore italiano ha ritenuto più adatte alle caratteristiche dei circuiti di Giappone e Corea
Paul Hembery, direttore Motorsport Pirelli Paul Hembery, ha annunciato le scelte che il produttore italiano ha ritenuto più adatte alle caratteristiche dei circuiti di Giappone e Corea

Pirelli, fornitore esclusivo di pneumatici per la Formula Uno per il triennio 2011-2013, ha annunciato le mescole che metterà a disposizione dei team per i gran premi del prossimo mese in Giappone e Corea. In Giappone saranno utilizzati i pneumatici P Zero White medium e P Zero Yellow soft. La settimana successiva, in Corea, saranno protagonisti i P Zero Yellow soft e i P Zero Red supersoft.

Il circuito di Suzuka, che ospita il Gran Premio del Giappone, racchiude un’ampia varietà di curve di alta e media velocità, come la famosa Spoon Curve o la 130R. Questa caratteristica lo rende quindi terreno ideale per il versatile pneumatico P Zero White medium, con il P Zero Yellow soft – protagonista in tutte le gare finora disputate – come option.

Il tracciato coreano di Yeongam, inaugurato lo scorso anno, è stretto e tortuoso, caratterizzato da basso grip. Per questo motivo sono stati nominati i pneumatici P Zero Yellow soft e P Zero Red supersoft: la stessa combinazione protagonista a Monaco, in Canada, in Ungheria e a Singapore.

“Dopo attente analisi di tutti i dati disponibili, siamo giunti a quelle che riteniamo le scelte più rispondenti alle caratteristiche di ciascun circuito”, ha commentato il Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery. “Se quello di Suzuka è un circuito su cui abbiamo già corso in passato, sia in GT sia con le moto, quello coreano rappresenta per molti ancora un oggetto di studio. In ogni caso, abbiamo beneficiato della tecnologia di simulazione avanzata che ci permette di prevedere con precisione il comportamento probabile di ciascun pneumatico persino su circuiti dove non abbiamo mai corso. Le prestazioni extra delle supersoft ne fanno una delle mescole più dinamiche della nostra gamma e in Corea saranno parte integrante della strategia. Prima del Giappone, la combinazione di medium e soft è stata usata l’ultima volta nel nostro gran premio di casa, in Italia, e ha contribuito a una gara estremamente emozionante.”

Tag: , ,

Categoria: Uncategorized

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *